Come scegliere un cucciolo?

Ciao amici!

comescegliereuncucciolosito

 

Tempo fa abbiamo pubblicato un articolo che dava qualche suggerimento sulla scelta del cucciolo.
Viste le tante mail e telefonate che ci arrivano, notiamo che spesso le idee sull’argomento sono un po’ confuse, e che c’è molta disinformazione, perciò ho deciso di tornare a parlarne.

Vorrei infatti fornire qualche consiglio perchè possiate avvicinarvi in modo più consapevole alla scelta del vostro futuro compagno a quattro zampe, per evitare gli spiacevoli episodi che, purtroppo, mi riportate sempre più spesso.

Nel momento in cui si sceglie di prendere un cucciolo, è assolutamente necessario porsi una serie di domande. Alcune persone non chiedono nulla, soltanto il prezzo del cucciolo. Com’è possibile mi chiedo? Stiamo parlando di un essere vivente, che vogliamo che viva con noi per parecchi anni. A volte sconvolge che le persone abbiano così tanta cura nel compare un cellulare e siano disposti a spendere parecchie centinaia di euro, mentre per il loro fedele amico che ogni giorno per tanti anni li ricompenserà con amore e affetto non vogliano investire nulla.

Un conto è salvare un animale da un canile, dove è evidente che si fa una buona azione, senza sapere nulla sul passato né sul futuro della bestiola. Anche io ho preso il mio primo cane, da giovane, al canile, e non potrei esserne più felice per le emozioni che mi ha dato. Ovviamente, però, non era un cane di razza, ed infatti non ho speso nulla  per portarlo a casa, se non una piccola donazione. E mi sono assunta la responsabilità e l’impegno di tenere la nostra cagnolona (Kira, un pensiero affettuoso ovunque tu sia ora, grazie per tutto l’amore che ci hai dato!) con me, in qualunque condizione psico-fisica si trovasse.

Un altro conto è chiedere un cane con una determinata genealogia, su cui un allevatore ha effettuato una selezione per caratteristiche fisiche, esenzione da malattie e carattere. Un cane di questo tipo è definito di razza, ma solo, e ripeto, solo ed esclusivamente se il cane in questione è provvisto di pedigree. Altrimenti non è un cane di razza! E’ un meticcio, esattamente alla pari di un cane del canile, e quindi il mio suggerimento è di prenderlo al canile e fare una buona azione piuttosto che lasciare soldi a persone meschine che spacciano per cane di razza quello che cane di razza non è, approfittandosi della buona fede delle persone che ingannano. I soldi che chiedono, a parte una piccola donazione o il rimborso delle vaccinazioni, non sono giustificati da niente.

comescegliereuncucciolo

Un altro problema è quello delle cosiddette “garanzie”.

Nessun allevatore, soprattutto quello più serio vi potrà firmare delle garanzie al 100%. Eppure leggo tanti annunci di allevatori che appunto, magari non fornendo nemmeno il pedigree, rivendicano: ” cuccioli garantiti 100%”. Come si può garantire un cucciolo? Nessuno ha la bacchetta magica per sapere esattamente come crescerà.

cuccioli ambra

Ma allora cosa fa l’allevatore, e cosa devo cercare in un cucciolo?

Quello che deve fare un’allevatore è:

  1. Avere cani iscritti agli albi ufficiali ENCI, cioè con Pedigree ROI, che è l’unico documento ufficiale che garantisce provenienza e genealogia del cane, e dà a chiunque la possibilità di verificare l’esenzione dalle principali malattie genetiche del cane iscritto e delle generazioni precedenti.
  2. Avere seguito un percorso di formazione obbligatorio presso le Asl ( LR del 17.02.2005)
  3. Fare una buona selezione, che vuol dire selezionare i soggetti in base all’esenzione da malattie ereditarie come displasie del gomito e dell’anca, oculopatie, malattie cardiache… ma anche selezionare il carattere, in modo da ridurre il più possibile il rischio di problemi caratteriali ereditari, comportamenti anomali e aggressività.
  4. Fare pochi accoppiamenti mirati, ed evitare di sfruttare le mamme, lasciando passare il giusto tempo tra una cucciolata e l’altra. Un buon allevatore non farà generalmente fare più di 4 cucciolate ad una mamma, diffidate da chi ha accoppiato la femmina ad ogni calore.
  5. Allevare tutti i suoi cani con passione ed amore, nel rispetto delle loro attitudini e necessità, e in condizioni igienico-sanitare ottimali.
  6. Non fare promesse impossibili, ma impegnarsi a rispettare tutte le norme di cui sopra, per avere la certezza di crescere i cani, e di far nascere cucciolate, nelle migliori condizioni psicofisiche possibili, dando  certezze di serietà, legalità, e altissime probabilità di un cucciolo bello, sano, e felice, che accompagnerà il suo futuro padrone per tanti anni.

Cosa dovete fare voi? Verificare che il vostro allevatore rispetti ognuno dei punti di cui sopra, e se avete delle domande su come fare, potete contattarci e vi aiuteremo a capire come fare. Spesso è piuttosto semplice però seguendo questi accorgimenti capire chi abbiamo davanti, se un bravo ed onesto allevatore, o un “cagnaro” truffatore.

Inolte riportiamo anche un articolo di qualche anno fa del portale Retriever.it,  fatto molto bene con informazioni sempre utili per la scelta del vostro cucciolo, in particolare del Golden Retriever, ma applicabile a tutte le razze:

la scelta del cucciolo

cuccioli jana

Infine vi ricordiamo che anche noi abbiamo una bellissima cucciolata in questo momento, che potete vedere qui , e che potete venire a vedere quando volete(basta avvisarmi prima!) in modo da verificare davvero coi vostri occhi come lavoriamo ad Alice in Goldenland, e quanto amore ricevono i nostri adorati Golden 🙂

comescegliereuncucciolo

 

A presto

Alice

3 commenti su “Come scegliere un cucciolo?”

  1. Pingback: 10 funzioni del gioco nel cane - ALICE IN GOLDENLAND

  2. Pingback: Guida Definitiva ai Parassiti del cane + Calendario Prevenzione Mese per Mese Gratis - ALICE IN GOLDENLAND

  3. Pingback: Come riconoscere se il tuo cane soffre d'ansia? - ALICE IN GOLDENLAND

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *